QUANTO VALE LA VITA?




Finita la breve tregua estiva degli sfratti, ormai da giorni ci ritroviamo quasi ogni mattina, a difendere famiglie sfrattate, a fare muro con i nostri corpi contro le forze dell'ordine, proprietari imbestialiti, ufficiali giudiziari e medici legali. Assistenti sociali? Latitanti, sia sugli sfratti che negli uffici, il mantra che gira adesso in ogni istituzione è : vedrete adesso con Salvini, ulteriori peggioramenti! E allora ci domandiamo: quanto costa la vita delle persone? Davvero crediamo che chi disprezza la vita di alcuni possa avere a cuore la vita di altri? In questa infinita campagna elettorale che ha il solo scopo di fomentare odio e divisioni gli imbecilli applaudono. Prima gli italiani, eh si, magari, prima gli italiani ricchi! La povertà comunque resta senza patria, lo sanno le famiglie di lavoratori licenziati, le famiglie sfrattate, le famiglie in difficoltà economiche,per le quali Salvini o no poco è cambiato. Lo sa bene la famiglia di Soraya, trovatasi in un cerchio senza uscita, scaduto il contratto di locazione, per altro a nero, si è ritrovata per la legge occupante abusiva, proprietaria italiana? No! Proprietaria americana, e allora? La famiglia di lì deve uscire velocemente, non sono poveri e giustamente, non rientrano nelle graduatorie sociali, hanno in mano i soldi per un nuovo affitto caparra, mese corrente e agenzia, e allora? Allora questa stupida guerra, messa in campo da un delfino, abile a parlare al disagio di molti italiani, fa sì che in ogni agenzia, le venga detto : non affittano a stranieri! E come ne usciamo? Semplice, tornino a casa loro! Questo è quanto vale oggi la vita. Il 9 novembre noi saremo lì al loro fianco, vada come vada.
 
26 settembre 2018
Movimento di lotta per la casa Firenze


Articolo tratto da: Fronte di Lotta NO AUSTERITY - http://www.frontedilottanoausterity.org/
URL di riferimento: http://www.frontedilottanoausterity.org/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=1538334138