Solidarietà agli assistenti igienico-personali degli studenti disabili delle scuole superiori della provincia di Palermo!




Solidarietà agli assistenti igienico-personali degli studenti disabili delle scuole superiori della provincia di Palermo!
 
 
Il Fronte di Lotta No Austerity esprime solidarietà incondizionata agli assistenti igienico-personali degli studenti disabili delle scuole superiori di Palermo e provincia, che portano avanti una coraggiosa e sacrosanta battaglia per il diritto al lavoro e, allo stesso tempo, per il diritto allo studio dei ragazzi disabili. Gli studenti disabili hanno diritto infatti a un personale esperto e qualificato. E sino ad oggi l'assistenza nei loro confronti nelle scuole è stata garantita dai suddetti operatori. Si tratta di lavoratori che hanno frequentato dei corsi di formazione (900 ore) per poter svolgere questo compito delicato e che hanno maturato nel settore una lunga esperienza, anche ventennale. Dopo tanti anni di prezioso servizio nelle scuole, però, questi subiscono oggi il pesante attacco della politica locale e nazionale che minaccia di mandarli in mezzo ad una strada.
Così come denunciato dallo Slai cobas per il sindacato di classe, che lotta a fianco dei lavoratori, il Miur intende procedere a un primo taglio di 70 posti, su un bacino complessivo di precari pari a 168 unità, a partire dal mese di settembre. Quest'ennesima operazione di massacro sociale perpetrata dal Ministero è sostenuta dal governo regionale siciliano di Crocetta e dall'amministrazione comunale di Palermo guidata da Leoluca Orlando. Anche il Movimento 5 stelle ha svolto un ruolo di collaborazione in questa vergognosa operazione, il cui fine è sostituire i lavoratori via via licenziati con collaboratori scolastici statali, ai quali verrebbero quindi attribuite ulteriori mansioni, non previste dal ccnl e per le quali non hanno alcuna formazione, a costo zero. L'obiettivo dei politicanti consiste insomma nel risparmiare sulla pelle degli studenti disabili e dei lavoratori, mentre si regalano miliardi alle banche, alle grandi imprese, ai manager alla Cattaneo.
Facciamo appello non soltanto ai lavoratori della scuola, agli studenti e ai genitori, ma a tutte le realtà di lotta, a tutti gli attivisti che contrastano quotidianamente le logiche di questo sistema disumano, sulla base del principio di solidarietà di classe, a rendere pubblica la vertenza di queste lavoratrici e di questi lavoratori, a diffonderla, a sostenerla, a denunciare le responsabilità del governo nazionale, di quelli locali, dei partiti di sistema coinvolti in questo attacco al mondo del lavoro, dei sindacati collaborazionisti.
 
Questa vergogna non deve passare! Contro le politiche di massacro sociale, unità di classe!


Articolo tratto da: Fronte di Lotta NO AUSTERITY - http://www.frontedilottanoausterity.org/
URL di riferimento: http://www.frontedilottanoausterity.org/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=1502897557