Proteste a Linate e Malpensa, gridiamolo forte e chiaro: il disagio lo creano gli sfruttatori, non gli sfruttati!


Il comunicato del Fronte di Lotta No Austerity e l'intervento di Renzo Canavesi, segretario provinciale CUB Trasporti Lombardia, a Sky tg 24




 
 Corriere della Sera
“Aeroporti sotto attacco”, “L’ira dei turisti a Linate e Malpensa”
 
Repubblica
“Protesta a sorpresa in aeroporto e a Malpensa volano gli insulti”,  “decolli in ritardo e rabbia dei passeggeri”, “Il Garante degli scioperi: pronto a sanzioni”
 
Il Sole 24 ore
“Linate e Malpensa, disagi per assemblea improvvisa”
 
La Stampa
“Sciopero improvviso a Linate e Malpensa, code e ritardi nei voli”
 
Il Messaggero
“Sciopero selvaggio, Malpensa e Linate Ko”
 
Il Giornale
“Sciopero selvaggio sui turisti, Malpensa e Linate nel Caos”
 
Il Tempo
“Assemblea degli addetti ai bagagli, ore di ritardo e rabbia dei passeggeri”
 
Non poteva mancare l'attacco del governo, il vice ministro del MIT Riccardo Nencini dichiara :
“Una protesta illegittima : non c'era il giusto preavviso e la giornata del 1 agosto rientra nel periodo di franchigia”

 
Questa non è che una breve sintesi dell’attacco vergognoso che la stampa di regime, al servizio del capitale e del governo ad esso subordinato, ha sferrato ai lavoratori in lotta per difendere diritti e salario.
Abbiamo di fatto assistito a una serie di menzogne dolose finalizzate a veicolare l’opinione pubblica contro i lavoratori, facendo apparire la protesta un attacco a sorpresa che, approfittando dell’esodo estivo, abbia cercato di ottenere migliorie contrattuali: SEMPLICEMENTE FALSO! Le lavoratrici e i lavoratori aeroportuali stanno lottando da oltre un anno e mezzo per impedire l’ingresso di cooperative negli aeroporti di Linate e Malpensa; ingresso – ci teniamo a sottolineare – che comporterebbe riduzioni di salario e peggioramenti delle condizioni di lavoro IRRICEVIBILI!
Parliamo di malattia, infortuni e maggiorazioni varie non pagate, licenziamenti, lavoro nero, compromissione dei sistemi di sicurezza e tutto il solito repertorio che siamo abituati a vedere e subire col sistema dei subappalti, filiera al ribasso che trasforma il lavoro in schiavitù!
È più che comprensibile il disagio di quanti hanno dovuto aspettare ore in aeroporto per poter partire, ma gli unici responsabili delle conseguenze sociali degli scioperi sono gli sfruttatori e mai (MAI!) gli sfruttati, gli unici a non rispettare le regole sono le società che, senza rispettare accordi sindacali e sentenze dei tribunali, continuano imperterrite nel tentativo di raggiungere il loro obbiettivo: subappaltare attività a delle cooperative, quindi è verso gli sfruttatori che dev’essere orientata la rabbia, perché l’indignazione pubblica di oggi verso i lavoratori, sarà l’alibi che domani padroni e governi utilizzeranno per derubarci dei diritti di sciopero e protesta.



IL FRONTE DI LOTTA NO AUSTERITY È AL FIANCO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DEGLI AEROPORTI DI LINATE E MALPENSA: LA LOTTA NON SI FERMERÀ!
 
Frontedilottanoausterity.org


Articolo tratto da: Fronte di Lotta NO AUSTERITY - http://www.frontedilottanoausterity.org/
URL di riferimento: http://www.frontedilottanoausterity.org/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=1501770070