8 Marzo, Milano, No alla Scuola delle Regioni!


In occasione dello sciopero transnazionale e femminista, venerdì 8 Marzo inizieremo a mobilitarci contro la Scuola delle regioni, contro l’attacco al diritto all’istruzione nella scuola “di tutti e di ciascuno” e contro il tentativo di superamento del principio di eguaglianza e solidarietà.

L’8 Marzo scioperiamo come donne del sud perché questa regionalizzazione ci priverà, ulteriormente, dei servizi essenziali riconosciuti nelle scuole del Nord che abbiamo arricchito abbandonando le nostre famiglie alle quali non potremo più fare ritorno.

Come donne del Nord l’8 marzo scioperiamo per denunciare i risvolti di una regionalizzazione che punta a privatizzare il servizio pubblico, come già avviene per la sanità, imponendo futuri aumenti del carico di un lavoro piegato alle future clientele politiche.

Come donne e lavoratrici, senza distinzione, l’8 marzo scioperiamo perché a questo attacco generalizzato non si può che rispondere unitariamente.

Ci vediamo alle 9 sotto il Pirellone!

Dopo aver portato i più cordiali saluti alla Regione Lombardia raggiungeremo insieme il presidio organizzato da #nonunadimeno in Piazza Oberdan.